martedì 3 marzo 2015

Mini recensione: "Assassinio sull'Orient Express", di Agatha Christie

Salve gente!
Ho appena terminato il mio primo romanzo di Agatha Christie e sono Oh-my-gosh!
Il romazo di cui sto parlando è "Assassinio sull'Orient Express"! Ultimamente mi sto appassionando ai gialli, e questo mi è piaciuto davvero moltissimo! Sono rimasta davvero, ma davvero davvero davvero sorpresa, quindi vi lascio subito la recensione!!!

Titolo: Assassinio sull'Orient Express
Autore: Agatha Christie
Casa Editrice: Hachette
Pagine: 222
Trama:  
 L'Orient-Express, il famoso treno che congiunge Parigi con Istanbul, è costretto ad una sosta forzata, bloccato dalla neve. A bordo qualcuno ne approfitta per compiere un efferato delitto, ma, sfortunatamente per l'assassino, tra i passeggeri c'è anche il famoso investigatore belga Hercule Poirot, al quale verranno affidate le indagini. Poirot, in effetti, risolverà il caso, non prima, però, di essersi imbattuto in una sensazionale sorpresa.






Voglio cominciare col dire che questo è il primo giallo che leggo dopo qualcosa tipo due anni (Uno studio in rosso... MAGNIFICO!) e avevo proprio voglia di buttarmi a capofitto in questo romanzo, così quando me lo hanno prestato non ci ho pensato due volte e ho cominciato a leggerlo..
 Poirot sta facendo un viaggio che però è costretto a interrompere a causa di un telegramma che lo richiama subito a Londra. Durante il suo viaggio di ritorno sull'Orient Express, si trova fra le mani un caso di assassinio davvero particolare, e, essendo il treno bloccato nella neve e non essendoci forze del'ordine sul mezzo, toccherà a Poirot risolvere il caso e trovare il colpevole del delitto. 

 Se tutti mentono, la confusione non é minore di quella che vi sarebbe se tutti dicessero la verità

I principale personaggi che troviamo nel libro della Christie sono tutti i passeggeri della vettura letto Instambul-Trieste-Calais.Il vero protagonista della storia è,  però, Hercule Poirot, il famosissimo investigatore. Ho adorato il suo personaggio, così cauto e riflessivo e pacato, ma che sa anche imporre le proprie idee. Tutti i personaggi sono descritti in maniera molto chiara, riuscivo tranquillamente a figurarmeli davanti. Lo stile della Christie è chiaro e coinciso, è riuscita a costruire una storia contorta ma appassionata, piena di colpi di scena. Io dal mio punto di vista, sono rimasta fregata.. Ero convinta della colpevolezza di un personaggio, ci avrei messo la mano sul fuoco, invece la Chistie mi ha davvero preso per i fondelli e sono rimasta tipo O.O

 Curioso questo Poirot! E' un genio? E' un pallone gonfiato? Svelerà questo mistero? Impossibile. Non vedo come potrebbe riuscirci, C'é una tale confusione in questo affare!

E' stata proprio una bella lettura e sono davvero curiosa di leggere altre avventure di questo detective coi baffi all'insù!


 Il mio voto: 4/5 (Oh yes, Dude!)

- Mangialibri

4 commenti:

  1. Ciao! Ho appena iniziato a seguirti, ti va di ricambiare? Ho anche io un blog dedicato ai libri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao :) Certo, passo da te molto volentieri ^.^

      Elimina
  2. Ciao! :) Ho appena scoperto il tuo blog grazie allo "Spring Party" organizzato da Libri di Cristallo e mi sono aggiunta ai tuoi followers perché lo trovo molto carino!! Io sto leggendo in ordine cronologico tutti i romanzi della Christie: alcuni sono bellissimi, altri meno, ma mi sto divertendo un mondo. Ad "Assassinio sull'Orient Express" non sono ancora arrivata ma insieme a "Dieci Piccoli Indiani" è quello che aspetto con più ansia! Poirot è comunque il mio preferito in assoluto tra tutti i suoi personaggi, è meraviglioso!!

    RispondiElimina
  3. Ciao :) Ti ringrazio infinitamente per essere passata! Anche secondo me Poirot è davvero fantastico e mi piacerebbe continuare a leggere i libri della Christie! *-*

    RispondiElimina